02 – Febbraio

1/02/1865: Nasce Armando Perotti, poeta, storico e giornalista barese.
1/02/1923: S’inaugura a Bari il padiglione della «Goccia del Latte» in Piazza Umberto I.
1/02/1965: Inaugurazione del busto dedicato ad A. Perotti e scoprimento della nuova lapide al re Gioacchino Murat al Corso Vittorio Emanuele II angolo Corso Cavour.
1/02/2001: Primo giorno con targhe alterne, per ridurre i livelli d’inquinamento.

2/02/1790: Saverio Cioce si aggiudica il 1° appalto della nettezza urbana di Bari.
2/02/1924: Inaugurazione del 2° mercato settimanale, in Piazza Garibaldi, nei dintorni del giardino.
2/02/1967: Uno sconosciuto dona mezzo milione per i bimbi dell’Istituto  «Maria Lippolis Spadafina» di Santo Spirito per la costruzione di una nuova ala mentre la sottoscrizione e i lavori continuano.
2/02/1997: In Via Nicolai angolo Via Manzoni viene sospesa la festa della “Candelora”. Il Questore Scigliano interviene perché la festa è abusiva.
3/02/1079: Bari si solleva fieramente ai Normanni. Il vice duca Uraberto viene strangolato.
3/02/1859: Giunge a Bari, Maria Sofia Wittelsbach di Baviera, sposata per procura a Francesco II.
3/02/1967: Per la prima volta l’attrice Anna Magnani a Bari al «Teatro Petruzzelli» interpreta “Medea”, commedia di Anovilh, regia di Giancarlo Menotti. Partner della Magnani il giovane barese Osvaldo Ruggieri.
3/02/2002: Primo trapianto di cuore a Bari, eseguito dall’equipe del prof. Luigi De Lucia Tupputi, primario cardiochirurgo, nella divisione di cardiologia del Policlinico. L’intervento è durato tre ore. Il paziente aveva tre mesi di vita ed è un barese di 55 anni, Oronzo Longo.
4/02/1799: Giunge in città, Pompeo Bonazzi, fervente repubblicano con l’incarico di democratizzare la città natale e lancia un proclama annunciando la libertà del popolo e la cessata schiavitù indicando i nuovi colori nazionali: giallo, blu e rosso.
4/02/1965: Inaugurazione della stagione lirica al «Teatro Petruzzelli» con l’opera «Fedora», di Umberto Giordano, dopo alcuni tentennamenti.
4/02/1967: Al Teatro «Piccinni», inaugurazione del 41° «Veglionissimo della Stampa».
4/02/1973: Il barese Angelo Candelora, atleta juniores di lotta greco-romana è campione italiano nella categoria dei 75 Kg.
5/02/1799: Bari muta forma di governo dopo il proclama di Bonazzi e innalza l’albero della libertà.
5/02/1921: Si rappresenta per la prima volta, al «Teatro Piccinni» il “Veglionissimo della Stampa”.
5/02/1976: Il prezzo del latte della Centrale aumenta di 40 lire; un litro costa 280 lire, ma il consiglio comunale in seduta straordinaria decide il prezzo a 265 lire il litro.
5/02/1977: La Rai regionale di Bari trasmette la prima puntata radiofonica di un programma a quiz «Il Domandone» riservato ai pugliesi condotto da Pippo Volpe. La trasmissione è stata ideata per domande di geografia, storia, usi, costumi e attualità di Puglia.
6/02/1760: Prima della “Cecchina o la Buona Figliola” di Niccolò Piccinni al «Teatro delle Dame» di Roma.
6/02/1962: Bianchina, una gallina prodigio, fa un uovo a “sorpresa” alto dieci centimetri, ne contiene, infatti, un altro più piccolo. Si farà viva dieci giorni dopo con un uovo quattro volte più grande di quelli normali.
6/02/1967: Successo di pubblico a Palese, per il bel Carnevale con sfilata di carri. 1° classificato «Pinocchio e la balena». 1ª maschera classificata «La coppia sec. XVII Maria Stuarda e il suo cavaliere».
6/02/1974: Inaugurazione del Teatro-Cabaret «Il Purgatorio» in Via Pietrocola 19 al rione Picone. Presente il sottosegretario alla Pubblica Istruzione, on. Vittorio Lenoci.
6/02/2000: All’età di 66 anni muore il noto cronista de «La Gazzetta del Mezzogiorno», Liborio Lojacono. Seguitissima è stata la sua rubrica “C’era una volta”, scritta ininterrottamente dall’8 maggio 1998 al 30 giugno 1999.
7/02/1928: Viene data per la prima volta a Bari, nel «Teatro Piccinni», l’opera “La Cecchina” del musicista barese N. Piccinni, in occasione del 2° centenario della sua nascita.
7/02/1948: “Veglionissimo della Stampa”, viene inserita per la prima volta il concorso «Miss Stampa».
7/02/1949: Inaugurazione del nuovo servizio filoviario linea Petruzzelli-Anic (quartiere Stanic).
7/02/1956: Grande nevicata. Non se ne ricorda altra a memoria d’uomo. Termina dopo molti giorni e riprende a nevicare nel mese di marzo.
8/02/1832: Il capitano De Giorgio consegna il Castello Svevo al Comune affinché sia adibito a carcere.
8/02/1937: Con regio decreto n° 253 il comune di Loseto è unito al capoluogo pugliese con l’intitolazione di frazione di Bari.
8/02/1966: Si svolge in piena fase la nuova campagna per la vaccinazione dell’antipolio resa obbligatoria ai bimbi dai quattro mesi ai quattordici anni. I genitori che rifiuteranno di far vaccinare i loro bambini saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria. 
8/02/1977: Muore il poeta dialettale Gaetano Savelli. Autore della trascrizione in barese: «La Divina Commedia» di Dante Alighieri. Nacque a Bari l’8 dicembre 1896.
8/02/1999: Muore, all’ospedale «Molinetti» di Torino, durante un intervento chirurgo al fegato, l’on. Giuseppe Tatarella. Il giorno dopo a Bari è lutto cittadino.
9/02/1940: Inaugurazione della nuova chiesa parrocchiale «San Pasquale» benedetta da monsignore Marcello Mimmi.
9/02/1941: Muore il poeta dialettale Giovanni Laricchia all’età di 75 anni. Nacque il 2-06-1886, poeta, scultore, umanista, politico. Bari gli ha dedicato una strada al rione Stanic.
9/02/1968: Cuore barese. Si scopre che un diciottenne, Michele Palmieri, da tre anni aiuta, sacrificando il suo tempo libero, un’anziana sola e cieca di anni 76 abitante in Via Durazzo 21.
9/02/1984: Il football americano contagia Bari. Nascono i “Roosters”, squadra di giovani galletti baresi. Dopo poco tempo viene costituita un’altra squadra barese denominata “Grasshoppers”.
10/02/1924: Nasce il Circolo Canottieri Nazario Sauro.
10/02/1928: Trionfa “Adriana Lecouvreur” al «Teatro Piccinni» presente il m° Cilea nel 25° anniversario dell’opera.
10/02/1964: Viene scritta, in 18.000 fascicoli, cinque secoli di storia della Provincia di Bari conservati nell’Archivio di Stato.
10/02/1997: Il Bari Calcio Primavera, per la prima volta vince il «Torneo di Viareggio» battendo in finale il Torino per 1 a 0, rete di Antonio Bellavista classe 1977.
11/02/1524: Muore Isabella Sforza d’Aragona, duchessa di Bari.
11/02/1954: Giunge nel porto di Bari la nave “Montegrappa” con le salme dei Caduti d’Oltremare.
11/02/2001: La Cassazione dà ragione a un ultraottantenne barese che condanna la moglie, dopo una lunga unione matrimoniale di cinquant’anni, per disinteresse e trascuratezza verso la famiglia violando i doveri d’assistenza e collaborazione.
11/02/2006: Inaugurazione al Molo Pizzoli della nuova sede della «Lega Navale» in ricorrenza del 150° anniversario del circolo nautico.
12/02/1106: In pieno mezzogiorno il cielo si oscura come se fosse mezzanotte. Appaiono le stelle che corrono l’una contro l’altra dando l’impressione che qualcuna possa cadere sulla Terra. Lo storico barese Antonio Beatillo e i cronisti dell’epoca non sanno spiegare il fenomeno.
12/02/1955: In funzione al Corso Sicilia 515, la Casa di riposo per i pensionati d’Italia (O.N.P.I.). È la quinta in Italia, può ospitare 120 persone.
12/02/1976: Senza inaugurazione viene aperto al traffico il cavalcavia di Via delle Murge. Forse è il primo caso che un’opera pubblica entra in funzione senza una vera e propria inaugurazione.     
12/02/1977: È eliminata la teleselezione tra Bari e Modugno e viceversa. Gli abbonati di Modugno sono inseriti nella rete urbana del capoluogo.
13/02/1899: Si costituisce a Bari la prima “Associazione della Stampa”. Presidente, Martino Cassano, direttore de «Il corriere delle Puglie».
13/02/1930: Esultanza a Bari per la prestigiosa nomina del sottosegretario ai lavori pubblici, Araldo Di Crollalanza, a Ministro dei Lavori Pubblici succeduto al Quadrumviro Michele Bianchi.
13/02/1966: Al Cinema Oriente per assistere alla proiezione del suo film “L’uomo con la pistola d’oro”, il popolare «cattivo» attore dei film western Fernando Sancho viene accolto con entusiasmo dai baresi alla stazione.
13/02/1975: Inaugurazione della nuova sede, «Istituto Professionale di Stato Alberghiero», in Via Niceforo, rione Poggiofranco. Presente il presidente del Consiglio, Aldo Moro.
14/02/1903: Inaugurazione del «Politeama Petruzzelli» con l’opera “Gli Ugonotti” di Meyerbeer.
14/02/1956: Data ufficiale della nascita del quartiere C.E.P. (Comitato Edilizio Popolare).
14/02/1984: Per la prima volta a Bari il grande tenore Luciano Pavarotti che entusiasma al «Teatro Petruzzelli» con il suo recital.
14/02/1987: Compie 106 anni il «Nonno» di Bari, Eustachio Guanti, «giovane di studio». Muore dopo cinque mesi (22 luglio).
15/02/1947: Dopo il periodo forzato della 2ª guerra mondiale, riprende al «Teatro Piccinni» il «Veglionissimo della Stampa».
15/02/1951: Muore il poeta dialettale barese avv. Antonio Nitti di Vito. Nacque a Bari l’8 novembre 1886.
15/02/1976: Viene scoperto monumento funerario per le spoglie di Tommaso Fiore al cimitero per iniziativa del Comune.
15/02/2002: Per la prima volta in Europa, a Bari, nell’ospedale oncologico viene effettuato la termoablazione della massa tumorale bruciando e demolendo il tumore alla elevata temperatura tra 50 e 90 gradi C. L’equipe del riuscito intervento sono i dott. Cosmo Gadaleta e Vittorio Mattioli.
16/02/1635: Viene imposta la gabella sulla farina che porterà alla rivoluzione del mese dopo.
16/02/1928: Con Regio Decreto vengono soppresse i Comuni di Carbonara e Ceglie del Campo aggregandoli al comune di Bari come unica frazione. Il 30 luglio 1953 diventeranno frazioni distinte di Bari con separati uffici di stato civile.
16/02/1964: Eccezionale intervento al Centro Cardiochirurgico. Per la prima volta a Bari il “cuore a transistor” ricaricabile ogni due anni inserito a un operaio di Fragagnano (TA) di 46 anni. L’operazione è riuscita grazie al prof. Alberto De Blasi e la sua équipe.
16/02/2006: Il quotidiano «La Gazzetta del Mezzogiorno» costa dieci centesimi in più: € 1.00.
17/02/1956: Il Consiglio comunale stabilisce di intitolare il quartiere «C.E.P», al Ministro dei Lavori Pubblici, Giuseppe Romita, promotore della costruzione del grande rione residenziale.
17/02/1966: I baresi, con generose e continue offerte rispondono all’appello dell’Arcivescovo mons. Nicodemo per salvare il popolo dell’India dalla fame.
17/02/1967: Alla zona industriale costruito un nuovo stabilimento «BRIF» sigla di «Breda Isotta-Fraschini». I primi occupati sono 60 operai specializzati. Negli anni susseguenti se ne prevedono 350 unità. La scuola professionale «C.I.A.P.I.» nel frattempo prepara nuovi operai con diverse specializzazioni.
17/02/1980: Per pura e semplice incuria, va a pezzi una delle lapidi del Fortino.
18/02/1913: Inaugurazione del cinematografo «Umberto» in Via Sparano 123-125 (Palazzo Mininni).
18/02/1924: Il benemerito prof. Lacalendola inaugura il 1° corso di Esperanto.
18/02/1987: Si ha notizia che giorni fa a Palermo la squadra cadetta di lotta greco-romana della società Angiulli vince un titolo italiano, una pioggia di medaglie e il primo posto nella classifica per società.
18/02/1987: La Pinacoteca Provinciale di Bari si arricchisce di altre significative opere. Cinquanta dipinti di celebri artisti dell’Ottocento e Novecento italiano rivenienti dalla generosa donazione dell’ing. Luigi Greco, collezionista romano di origine lucana.
19/02/1949: La stampa dà notizia che le nuove monete metalliche italiane sostituiranno, gradatamente, la carta moneta di piccolo taglio. I pezzi sono da una, due, cinque e dieci lire.
19/02/1957: Nel porto giungono cinque navi U.S.A. con 1800 marines.
19/02/1967: Inaugurazione al Policlinico di una nuova clinica pediatrica.
19/02/1995: Prima al «Teatro Abeliano» dello spettacolo “Tiàdre”, novità in dialetto barese di Vito Carofiglio da William Shakespeare con V. Signorile, T. Tempesta, G. Ciardo, A. Garofano. Regia di Vito Signorile.
20/02/1960: Muore all’età di 84 anni Onofrio Terrevoli, pioniere dello sport barese.
20/02/1964: Viene completata la consegna, in Puglia e Lucania, oltre mezzo milione di dosi di vaccino. A Bari giunge un primo carico di 162.000 di vaccino antipolio “Sabin”.
20/02/1974: Viene comunicato che “Il Veglionissimo della Stampa” non si farà, per causa dell’ottemperanza alle disposizioni generali relative all’austerità e, in particolare, al divieto di circolazione delle auto nei giorni festivi e agli orari di chiusura degli esercizi pubblici.
20/02/1987: Alla popolare trasmissione di «Portobello» condotto da Enzo Tortora, il barese Riccardo Di Canosa, autore di un dizionario taitiano-italiano, cerca un editore per pubblicare il suo interessante volume.
21/02/1556: Si raduna l’Università di Bari per concordare e stabilire le onoranze da rendere all’arrivo di Bona Sforza.
21/02/1925: La vecchia Via Valenzano viene dedicata a Giuseppe Re David, sindaco di Bari dal 1894 al 1898 e nel 1904.
21/02/1937: Inaugurazione del nuovo Palazzo Universitario al Corso della Vittoria. Presente il Ministro Giovanni Bottai.
21/02/1952: Con una delibera da Roma viene approvato il completamento del Policlinico per la spesa di un miliardo e duecento milioni.
22/02/1902: Nasce Jacopo Calò Carducci che prese parte alla trasvolata dell’Atlantico del dicembre-gennaio 1931 e del 1° luglio 1933. Impresa a quei tempi considerata eccezionale.
22/02/1931: Grande interessamento per la salma di Armando Perotti la quale viene trasferita dal cimitero di Cassano Murge per quello di Bari. Mentre nel «Teatro Piccinni» viene commemorata la figura dell’indimenticabile scrittore e poeta barese ricordato dal prof. Angelico Tosti Caldarelli.
22/02/1957: Inaugurazione della stagione lirica di Carnevale con l’opera «Aida» di Giuseppe Verdi al «Teatro Petruzzelli».
22/02/1981: Il dodicenne barese, Damiano Mongelli, è campione italiano di judo per la categoria primavera Kg. 48-53 nei campionati «Ciam» a Roma.
23/02/1895: Giunge a Bari Giacomo Puccini per assistere alla prima della sua opera “Manon Lescaut” al «Teatro Comunale Piccinni».
23/02/1905: “La mène, la mène” (L’alluvione, l’alluvione) colpisce Bari provocando danni ingenti.
23/02/1977 Nel cimitero è rubata la salma del costruttore edile Salvatore Matarrese. È un sequestro di cadavere organizzato da ignoti che firmano un foglietto con la sigla «NAP» (Nuclei Armati Proletari). Chiedono un miliardo di lire per il riscatto. Dopo tre giorni, la bara è ritrovata dagli operai della famiglia Matarrese a 50 metri dalla cappella.
23/02/1996: Straordinaria esibizione dell’«Orchestra Filarmonica della Scala» di Milano diretta dal gran maestro molfettese Riccardo Muti nella Basilica di San Nicola. Un trionfo e un’occasione per meditare e per sperare che Bari, non può diventare una città senza teatri.
24/02/1906: Esce il 1° numero «Figaro-Salotto». Nuovo giornale mondano artistico, letterario. Edizione in gran lusso a tre colori. L’editore è il sig. Michele Samele.
24/02/1950: Arrestato falso medico dopo 11 anni di servizio abusivo. 
24/02/1957:  «La Gazzetta del Mezzogiorno» pubblica un lungo articolo sul quartiere «C.E.P.» (Comitato Edilizia Popolare) sorto da un anno ed è già abbandonato a sé stesso.
24/02/1975: Per la prima volta a Bari, guardie e sottoufficiali di Pubblica Sicurezza, mediante una manifestazione, contestano le recenti misure in favore delle forze dell’ordine. Chiedono maggiore dignità e mezzi più idonei per combattere qualsiasi forma di violenza e criminalità.
25/02/1923: Il re Vittorio Emanuele III offre 25.000 lire al Comune di Bari a favore dei sinistrati dell’alluvione dello stesso anno.
25/02/1962: Viene demolito il grande fabbricato della “Sògie” (Società cooperativa) in Piazza Duca degli Abruzzi di fronte la chiesa di Sant’Antonio. Fu inaugurato nel 1880 alla presenza del re Umberto I. Fu il primo stabile di case popolari a Bari.
25/02/1966: Bari ricorda, con una lapide posta in Via Dante angolo Via Sparano, i cento anni della nascita di Benedetto Croce. La lapide è stata dettata dal prof. Mario Sansone, consigliere comunale, Preside della Facoltà di Lettere dell’Università.
25/02/1987: Inaugurazione del teatro «Il Quadrifoglio» (ex Cinema Sant’Elia dei Carmelitani) in Via Napoli.
26/02/1865: Arrivo da Trani a Bari del primo treno.
26/02/1922: Esce il 1° numero de «La Gazzetta di Puglia» già «Il Corriere delle Puglie».
26/02/1984: Papa Wojtyla, Giovanni Paolo II per la prima volta viene a Bari e incontra la gente del quartiere San Paolo. L’intera città si mobilita per ospitare degnamente il Santo Padre.
26/02/1987: In Italia sono 1203 le chiese intitolate a San Nicola. 271 nell’Italia settentrionale, 399 nell’Italia centrale, 533 nel Mezzogiorno.
27/02/1815: Viene data la prima concessione di suolo del Borgo Murattiano. Il Comune la diede a Nicola Pierno all’inizio dell’attuale Via Napoli accanto all’ex chiesa della Madonna dell’Arco.
27/02/1966: Su Bari, alle ore 17.30, improvvisamente cala una fitta nebbia. Un fenomeno per i baresi.
27/02/1999: La cantante barese Anna Oxa vince il 49° Festival di Sanremo con la canzone “Senza Pietà”.
28/02/1955: La squadra S.G. Angiulli di lotta greco-romana viene promossa in serie A dopo le finali di Napoli. Gli atleti di spicco risultano Lombardi e Bisignani.
28/02/1964: Presentato alla cittadinanza il ricostruito «Teatro Piccinni» restituito allo splendore ottocentesco. Serata di gala il giorno dopo con il m° Nino Rota che dirigerà brani dell’ “Ifigenia in Tauride” di N. Piccinni e il suo “Mysterium Catholicum”.
28/02/1976: Al Teatro-Cabaret «Purgatorio» va in scena lo spettacolo in dialetto barese “U feneràle de Rocche”. Testi di Vito Maurogiovanni e Nicola Tabascio con gli attori: Piero De Vito, Michele Volpicella, Gianni Ciardo, Ninni Esposito, Edoardo Glorioso, Luigi De Giglio.
28/02/2002: Ultimo giorno della “Lira”. Da domani non si potrà più spendere con la lira, ma solo con l’euro. Chi ha ancora monete e banconote in lire fino a giugno può cambiare in euro in qualsiasi banca.