04 – Aprile

1/04/1953: Scoppia un pauroso incendio al Molino e Pastificio «Tamma», ubicato all’Estramurale Capruzzi angolo Viale Ennio.
1/04/1955: Per la denuncia della legge «Vanoni» ci sono oltre 25 mila dichiarazioni di redditi.
1/04/1957: Nella rete del «Pesce d’aprile» colpiscono: 200 grammi di “rumore di carrozze”, mezzo chilo di “bevuto per le salsicce”, un litro di “scavamento di Pompei”. Molte le telefonate anonime ai Taxi.
1/04/1986: Dall’ultimo consiglio comunale, si dà voto favorevole per istituire un organismo per la programmazione e la diffusione della pratica sportiva. Nasce così la «Consulta dello sport», come già è stato istituito, per il 70%, nelle città italiane.
2/04/1907: Nasce Alfredo Giovine, insigne e benemerito cittadino barese. Storico, demologo, musicografo, dialettologo e poeta popolare. Nel 1960 fondò la «Biblioteca dell’Archivio delle Tradizioni Popolari Baresi» con l’inserimento della sezione «Civiltà Musicale Pugliese».
2/04/1927: Varata solennemente a Trieste la grande motonave «Città di Bari».
2/04/1975: Sui trasporti pubblici non si paga. La gente lascia l’auto, ma gli autobus sono insufficienti.
2/04/1997:  Muore all’età di 89 anni, il popolare portiere di calcio dell’«Ideale Bari», Vito Terioli. Nacque a Bari il 13 marzo 1908.
2/04/2005: Alle ore 21:37 muore Karol Woityla (Papa Giovanni II). Tutto il mondo piange il grande Papa.
3/04/1891:  Viene deciso l’ampliamento del cimitero di Bari.
3/04/1949: Consegnata ai Vigili Urbani la bandiera del Corpo per il 69° anniversario dell’istituzione del Corpo.
3/04/1977: Prima della commedia «Un fatto: Bari, 27 aprile 1898». Due tempi di Giuseppe Solfato rappresentata nel padiglione «Cassa per il Mezzogiorno» Fiera del Levante. Interpreti: Marisa Eugeni, Maria Teresa Ventrella, Silvana e Paola Lavermicocca, Lucrezia Lamberti, Donatella Nocera, Piero Dell’Erba, Leonardo Scorza, Pino Tempesta. Musiche di M.T. Ventrella e G. Solfato. Assistenza tecnica e luci di Gianni Bellomo. Scena e regia dell’autore.
4/04/1097: Boemondo con Tancredi e con migliaia di soldati scelti, s’imbarca per la Terra Santa per liberare il Sepolcro di Cristo.
4/04/1931: Il nome della città viene cambiato da «Bari delle Puglie» in «Bari».
4/04/1965: Grande festa a Torre a Mare per la Sagra dei ricci di mare.
4/04/1980:  Muore a 82 anni Michele Tempesta, il popolare bagnino della spiaggia San Francesco all’Arena.
5/04/1865:  Girolamo Visconti Volpi, con atto di tal data, offre 2836 volumi e 1100 opuscoli al Comune di Bari, costituendo, in tal modo, la biblioteca Comunale oggi Nazionale, che porta il suo nome.
5/04/1975: Al «Teatro Purgatorio» va in scena la prima della commedia in dialetto barese “Chidde dì…” di Vito Maurogiovanni con Pippo Volpe, Angela Minafra, Piero De Vito, Guglielmo Rossini, Annamaria Tedesco. Al piano il m° Emanuele Cervini, ricerche musicali Tilde Boccia De Mario. Regia di Pippo Volpe.
5/04/2000: Posa della prima pietra per il Centro Direzionale al quartiere Japigia. Presente l’on. Silvio Berlusconi.
6/04/1225: Un gran temporale fa crollare il campanile della Basilica.
6/04/1930: Il preside della Provincia, Michele Viterbo, inaugura, alla presenza del ministro Giuliano Balbino, la Pinacoteca e l’Istituto Tecnico «Giulio Cesare» in Corso Cavour.
6/04/1967:  Dopo quattro anni vengono consegnati le «chiavi» della città agli universitari da parte del Sindaco per la «Feriae matricularium». Durerà quattro giorni.
6/04/1977:  Una madre di tre figli a Palese, muore dopo un forte starnuto. La violenza del colpo, le ha causato, un’emorragia celebrale.
7/04/1949: Inaugurazione al Policlinico della Clinica Ortopedica.
7/04/1957: È sempre più diffuso fra i ragazzi monelli, il gioco pericoloso d’aggrapparsi dietro i filobus.
7/04/1957: «La Gazzetta del Mezzogiorno» pubblica la foto delle nuove monete metalliche da 20 lire che saranno messe in circolazione a metà aprile.
7/04/1964: Apertura delle celebrazioni del ventesimo anniversario del «Primo Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale» (28 e 29 gennaio 1944). Intervengono Antonio Segni e Aldo Moro.
7/04/1966: Un transatlantico statunitense «Independence» di 30.500 tonnellate, lungo circa 200 metri e alto quasi un palazzo di cinque piani, è attraccato nel porto di Bari. Era da diversi anni che una nave del genere non toccava lo scalo barese.
8/04/1949: Viene portato a galla nel porto di Bari il relitto «Charles Henderson» affondato nei pressi della banchina 14.
8/04/1950: Passa l’Addolorata a chiusura del corteo religioso dei «Misteri» davanti al Castello Svevo. Il tricolore viene posto a mezz’asta sulla Torre del Semaforo.
8/04/1987: Al «Cinema-Teatro Esedra» (Chiesa San Giuseppe), in Corso Sonnino, va in scena la compagnia teatrale barese composta di soli anziani: «Terza età in teatro». La commedia s’intitola “Cose ca seccèdene” scritta dal poeta dialettale Gaetano Savelli nel 1965.
8/04/2000: Inaugurazione del nuovo mercato del pesce, al molo Sant’Antonio abate.
8/04/2002:  Esce il 1° numero «City Bari», quotidiano distribuito gratuitamente. direttore responsabile, Lanfranco Vaccari. Redazione di Bari, Via Villari 50.
9/04/1922: Le strade di Carbonara e del rione Carrassi vengono illuminate per la prima volta con luce elettrica.
9/04/1945:  Nelle acque del porto di Bari scoppia la nave alleata «Charles Henderson» seminando distruzione e morte.
9/04/200:  17ª edizione di «Vivicittà». Superato ogni record d’iscrizione (2.400 iscritti). Vince il maratoneta, Leone Giacomo di Francavilla Fontana.
10/04/1881:  Nasce la «Società del Tiro a Segno» diretta da Moisè Maldacea. Un garibaldino dei Mille.
10/04/1966:  Pasqua ’66, la tradizione resiste solamente per il menu. Tramonta, invece, l’usanza delle «scarcelle» preparate in casa.
10/04/1979:  Muore a Roma all’età di 67 anni, il musicista milanese di adozione barese Nino Rota. Aveva diretto a Bari il Conservatorio «Niccolò Piccinni».
10/04/2003:  Inaugurazione del grande centro commerciale «Ipercoop» al rione Santa Caterina.
11/04/1087:  I marinai baresi approdano alle foci del fiume Andraki per portar via le ossa di San Nicola.
11/04/1908:  Si costituisce ufficialmente la Società di Calcio «Bari Foot Ball Club». Ne fanno parte calciatori baresi, svizzeri e tedeschi.
11/04/1987:  In completamento i lavori per la fogna di Fesca. Pronto già il by-pass.
11/04/1995:  Viene abbattuta, di fronte la chiesa Russa, Villa Santina dalle ruspe per far spazio a un nuovo complesso edilizio. Si apre un’inchiesta per presunte irregolarità nella demolizione.
12/04/1189:  Alcuni nobili tedeschi, di passaggio a Bari, comprano con 15 once d’oro, una chiusura d’olivi che donano alla Basilica, affinché vi possa sempre ardere una lampada.
12/04/1961:  Muore Fiorino, il fedelissimo cane di un lustrascarpe barese.
12/04/1967:  Evento eccezionale al Policlinico. Giovane donna operata al cuore. L’intervento è seguito istante per istante nel «Teatro Piccinni» grazie a un collegamento televisivo a colori. L’operazione è stata documentata dal prof. Alberto De Blasi nel teatro, mentre operava il prof. Alfio Testini.
12/04/1978:  Comica e costruttiva foto del reporter Luca Turi. Un cane rispetta il semaforo rosso per i pedoni fermandosi sul marciapiede, mentre i pedoni ignorano l’alt.. La foto sembra spiegare che il cane si domanda: «Perché mai mi hanno insegnato, a rispettare i semafori quanto poi, proprio loro, i bipedi se ne fregano?».
13/04/1813:  Gioacchino Murat parte da Napoli per recarsi in Puglia.
13/04/1955:  «La Gazzetta» dà notizia che sta sorgendo un quartiere residenziale nella zona più salùbre di Bari, Poggiofranco. Ad opera ultimata il quartiere potrà accogliere 8.000 abitanti, oltre 6.000 vani in 50 edifici.
13/04/1970:  Agghiacciante tragedia passionale al Policlinico di Bari. Un infermiere, padre di sette figli, uccide con nove colpi di pistola un’infermiera vedova di due figli dopo che ella gli aveva detto di aver intenzione di lasciarlo dopo due anni di amore segreto.
13/04/1986:  Lunga notte dello sport. Grande spettacolo con artisti e gran folla alle piscine comunali per sostenere il nuotatore barese di gran fondo, Paolo Pinto, nell’esaltante impresa «24 ore di nuoto Arena». Pinto non batte il record, ma conquista i suoi concittadini e dà una mano all’attività dell’ «A.I.R.C.» (Associazione Italiana per la Ricerca del Cancro).
14/04/1913:  Viene posata la prima pietra per l’erigenda chiesa di San Giuseppe al rione Madonnella.
14/04/1957:  Un sarto barese, Nicola Tuccillo, vince cento milioni alla «Lotteria di Agnano».
14/04/1986:  Nasce il centro «Executive Center» in Via Amendola. Completo di difesa antinucleare, antibatteriologico e antichimico.
14/04/1998:  Muore all’età di 88 anni, Luigi De Pasquale, decano del commercio barese fondatore della vasta enoteca in Via Marchese di Montrone angolo via Putignani.
15/04/1296:  «Karolus II, rex» in segno della sua venerazione per San Nicola, dona alla sua chiesa oggetti sacri e reliquie, nonché libri corali di gran valore che formeranno il primo nucleo di quel meraviglioso emporio di arte che prenderà il nome di «Tesoro».
15/04/1957:  Alle ore 1:30 il senatore barese Giuseppe Papalia, del partito socialista viene eletto Sindaco di Bari. Si dimette dopo 46 ore dalla nomina.
15/04/1965:  Viene deciso che il Palazzo della Prefettura, dopo anni di lunga discussione, venga dichiarato monumento nazionale.
15/04/1976:  Al «Cinema Royal» si dà la prima del film girato a Bari «La legge violenta della squadra anticrimine».

16/04/1967:  Alle 3,25 muore l’indimenticabile Totò, il grande comico napoletano Antonio De Curtis. L’Italia gli rende omaggio, parlandone anche nelle scuole.
16/04/1960:  Nasce la «Sagra della canzone barese», un concorso indetto dal Dopolavoro Provinciale E.N.A.L.
16/04/2002:  Bari paralizzata per lo sciopero generale contro le modifiche dell’«articolo 18» chiesto dal governo Berlusconi. In 50.000 presenti nel capoluogo pugliese. Per tutti è stata la più grande manifestazione sindacale che ci sia mai svolta a Bari.
17/04/1087:  I marinai baresi ripartono da Myra alla volta di Bari con le reliquie di San Nicola.
17/04/1977:  L’on. Aldo Moro posa la 1ª pietra per due nuovi padiglioni, per completare l’Ospedale «Di Venere» a Carbonara raggiungendo 1.300 posti letto.
17/04/1981:  Per la 1ª volta la processione dei «Misteri», per lavori di rifacimento nella chiesa di San Gregorio, esce dalla Basilica di San Nicola.
17/04/1999:  Riapre dopo 24 giorni l’aeroporto di Bari, chiuso per causa della guerra in Kossovo.
18/04/1087:  San Nicola va in sogno ad uno della ciurma dei rapitori preoccupati per la mancanza di vento: «Coraggio tra 20 giorni saremo a Bari».
18/04/1799:  Le truppe francesi comandante da Sarrazin, abbandonano alla chetichella la città lasciandola tra mille pericoli.
18/04/1928:  Il vecchio «Teatro Fenice», viene denominato nuovo «Cinema Teatro Cavour».
18/04/1967:  Il Comitato dei Ministri per il mezzogiorno approva il piano regolatore dell’area di sviluppo industriale del territorio di Bari e di altri 11 Comuni vicini.
19/04/1087:  La sera si leva un buon levantino. Prua a ponente, i traslatori di San Nicola non hanno più niente da preoccuparsi dirigendosi speditamente verso Bari.
19/04/1307:  Roberto il Guiscardo dono i casali di Bitritto e Cassano alla Chiesa di Bari.
19/04/1902:  Inaugurazione la «Scuola Professionale Femminile Borea Angeli».
19/04/1997:  Grazie al «Rotary Club Bari Castello», ritorna a risplendere la fontana di Corso Cavour di fronte la Banca d’Italia, dopo i lavori di manutenzione costati otto milioni e mezzo. Di sera è illuminata a giorno.
19/04/1998:  Arriva a Bari sostando nel piazzale della Chiesa Sant’Antonio, la statua di Maria di Nazareth. Rimarrà nella città per otto giorni.
20/04/1087:  I marinai baresi ripartono da Myra, alla volta di Bari, con le ossa sante del Taumaturgo Nicola.
20/04/1980:  A Carbonara in Piazza Umberto, un signore di nome Nicola Trillo soprannominato “ u spaccò” (lo spaccone) è il re di una singolare scommessa. Vince una gara mangiando una lucertola.
20/04/1985:  Bari ha il mare pulito. Via libera alla balneazione grazie alle recenti analisi che hanno confermato l’ottimo stato di salute delle acque.
20/04/1994:  Muore all’età di 88 anni, Angelo Albanese, grande sportivo e tifoso del Bari Calcio.
21/04/1579:  Viene consacrata solennemente la chiesa del «Monastero di Santa Scolastica» e ciò per scacciare il diavolo. Difatti, 3 giorni dopo, il Monastero brucerà.
21/04/1865:  Il Liceo Reale delle Puglie viene ribattezzato col nome di «Cirillo».
21/04/1927:  Inaugurazione del Lungomare Nazario Sauro.
21/04/1929:  Inaugurazione della «Rotonda» del Lungomare Nazario Sauro.
22/04/1087: Mentre la ciurma dei traslatori di San Nicola è in navigazione, sulla mano del timoniere Nicola si posa un uccellino che va poi a saltellare sulla botticella dove sono le ossa del santo.
22/04/1936: Inaugurazione dell’edificio scolastico «P. Toselli», in Via Francesco Crispi.
22/04/1950: Manifestazione degli studenti baresi, in favore dell’italianità di Trieste.
22/04/2001: Inaugurazione del giardino bis di Largo 2 Giugno. Presente il sindaco Simeone Di Cagno Abbrescia.
23/04/1020: Muore a Bamberga (Germania) il condottiero Melo da Bari.
23/04/1877:  La popolare festa campestre di San Giorgio che si organizza a circa tre chilometri dall’abitato, dove i baresi raggiungono la chiesetta dedicata al Santo sulla via di Modugno, si è conclusa senza incidenti. La Pubblica Sicurezza non ha registrato nessuna scena di sangue come nei precedenti anni.
23/04/1931: Inaugurazione della nuova sede della società sportiva «Angiulli» in Via Ettore Fieramosca angolo Via F. Crispi.
23/04/1937: Inaugurazione dei nuovi bagni pubblici alle case popolari di Via Sonnino con due corridoi dove sono allogati i 16 camerini.
24/04/1813: Re Gioacchino Murat posa la prima pietra per la fondazione del borgo «Gioacchino», chiamato in seguito «Murattiano».
24/04/1915: La fontana dell’Ateneo lancia per aria il primo zampillo d’acqua dell’«Acquedotto Pugliese», il più grande del mondo.
24/04/1965: La pineta San Francesco diventa proprietà del Comune di Bari fino all’anno 2005.
24/04/2001: Inaugurazione della «Cittadella della Finanza» nei pressi dell’aeroporto.
25/04/1813: Re Gioacchino Murat decreta la costituzione di un borgo e stabilisce che il giardino messo fuori delle Mura del Comune di Bari, appartenente al collegio di questa provincia, sia destinata all’uso di camposanto.
25/04/1920: Posa della prima pietra per la costruzione della fognatura di Bari, per opera del sindaco Giuseppe. Bottalico.
25/04/1963: Non venne celebrato il 150° anniversario di Bari metropolitana. Si ricordarono soltanto «La Gazzetta del Mezzogiorno», «Il Tempo», lo studioso triestino Francesco Babudri, «Il Giornale Pugliese», «La Rai» e l’«Archivio delle Tradizioni Popolari Baresi» fondato da Alfredo Giovine.
25/04/1967: Aperto al traffico il viadotto che, superando la circonvallazione, elimina l’incrocio a raso con la statale 271 (la via per Bitritto) così, si elimina di circolare sul «ponte della morte».
26/04/1891: Viene fondata la «Scuola d’Arte e Mestieri Umberto I», a fianco la Basilica San Nicola.
26/04/1963: Inaugurazione dei «Magazzini Standa» in Corso Vittorio Emanuele II.
26/04/1998: Inaugurazione della mostra fotografica della «sacra Sindone» nella parrocchia Santa Croce di Via Crisanzio.
27/04/1898: In seguito ad un incidente alla panetteria “Vàgghie Vàgghie”, in Vico Forno Santa Scolastica numero 8, scoppiano gravi tumulti a Bari per l’aumento del prezzo della farina e del pane. Il popolo incendia il panificio al grido: “Am’a scì meràgghie meràgghie. Am’a scì a brescià a VVàgghie Vàgghie” (soprannome del panettiere Pasquale Violante).
27/04/1939: I Colonnelli «Atlantici»: Alessandro Miglia e Iacopo Calò Carducci, partiti per un volo di esercitazione militare da Tripoli diretti a Tobrue, non sono arrivati mai a destinazione. Sono ritenuti dispersi.
27/04/1967: Muore l’avv. Giuseppe Lembo all’età di 90 anni. È stato presidente del «Circolo Canottieri Barion», segretario del «Sindacato Autori e Scrittori di Puglia e Basilicata». Scrittore e poeta in lingua e in dialetto barese. Nacque a Bari il 31 marzo 1877.
27/04/1986: Ultima partita di campionato di serie «A». Il Bari retrocede insieme a Pisa e Lecce giocando in trasferta contro l’Udinese pareggiando 2 a 2 con reti di Giorgio De Trizio, barese.
28/04/1815: Il Comune ricompra da Giuseppe Gironda per ducati 800 l’antico fosso che cinge le mura per colmarlo, onde evitare la separazione fra l’una e l’altra parte della città. Il rògito avrà luogo il primo maggio successivo.
28/04/1922: Il «Teatro Kursaal Margherita», viene trasformato in sala cinematografica.
28/04/1977: Dopo 17 anni, inizia finalmente l’attività, il nuovo ospedale per bambini «Giovanni XXIII» in Via Amendola.
28/04/1986: Conclusi, a Taranto, i campionati pugliesi di nuoto. In evidenza l’«ondina» barese, Anna Maria Carbonara che ha stabilito il primato assoluto dei 400 misti migliorando di sette secondi.
29/04/1087: I traslatori delle ossa di San Nicola, preoccupati del vento, si rifugiano a Sikia per 30 ore.
29/04/1905: Gli imperiali di Germania ricevono le autorità baresi a bordo dell’incrociatore «Hohenzollern», giunto nel porto di Bari il giorno precedente.
29/04/1946: Sono poste in vendita un nuovo tipo di sigaretta di produzione nazionale denominate «Aurora». Una sigaretta costa lire sett. Un pacchetto è confezionato per 20 sigarette.
29/04/2002:  Inaugurazione del «Servizio Emergenza 118» atteso da sempre. Oltre al capoluogo pugliese, coprirà altri 12 comuni. La prima chiamata è di una madre per il suo bambino, che ha fatto scattare il 1° intervento da codice rosso, il colore che segnala un paziente in pericolo di vita.
30/04/1947: Posa della prima pietra per la costruzione del villaggio dei lavoratori «A.N.I.C.».
30/04/1961: Grande entusiasmo in città per la storica vittoria della squadra di calcio della Bari a San Siro contro il Milan. Il clamoroso risultato è di 3 a 1, con reti di Cicogna, Virgili, Catalano e autorete di Seghedoni.
30/04/1963: Per i risultati delle elezioni per la Camera e il Senato, «La Gazzetta del Mezzogiorno» pubblica cinque edizioni straordinarie.
30/04/1963: Assurda disgrazia in un’abitazione, in Via Fiume 50, a Santo Spirito. Una bimba di 12 anni, Grazia Memola, muore folgorata da un accendino elettrico.