12 – Dicembre

1/12/1814: «Approvazione ministeriale» (con benestare del re Murat) degli «Statuti» che ponevano la misura della censuazione per chi volesse edificare nel borgo di Bari (Decreto del 1° dicembre 1814).
1/12/1957: Maltempo. Mare forza sei.
1/12/1966: Inaugurazione al «Teatro Piccinni» dei ‘Giovedì Letterari’ con l’illustre presenza di Emilio Segné «Premio Nobel» il quale riceve dal sindaco, Trisorio Liuzzi, dopo la sua conferenza, il volume ‘Le Cattedrali di Puglia’.
2/12/1584: La Regia corte stabilisce che le province di Terra d’Otranto e di Bari avranno un proprio tribunale e un Governatore provinciale.
2/12/1930: Vengono ribassati i prezzi sul pane, pasta, carne e pesce. Il prezzo del pane è ribassato di £ 0,10 al chilo. La pasta di prima qualità ribasso di £ 4,10 a quintale e prezzo di pasta minuta ridotta a £ 2,20 al Kg.
2/12/1985: Quarto successo consecutivo del trentunenne barese Antonio Erotavo che vince a Macao, l’internazionale di maratona.
3/12/1958: È sistemata nell’abside di sinistra della Basilica, l’altare d’argento di San Nicola.
3/12/1976: Inaugurazione del ‘nuovo’ «Cinema Oriente» con la proiezione del film ‘Missouri’. Dopo tre mesi di restauro emerge uno splendido liberty.
3/12/1976: Muore il cantante barese Rossano Attolico in arte ‘Rossano’ di anni 30. Si è impiccato nella sua casa a New York. I funerali si svolgono a Bari il 13 dicembre al rione Carrassi alla parrocchia dello SS. Sacramento. Fasci di fiori, telegrammi e molte presenze del mondo della canzone danno l’ultimo saluto.
4/12/1957: Studenti protestano davanti al Municipio perché nelle scuole, le aule sono fredde.
4/12/1976: Viene rinvenuta, durante i lavori di scavo, al canalone Fesca, una grossa bomba di aereo. È alta un metro con trenta centimetri di circonferenza.
4/12/1994: Muore all’età di ottantasette anni Domenico Dell’Era, poeta e scrittore dialettale barese.
5/12/1456: Alle ore 11:00 forti scosse di terremoto.
5/12/1933: Il popolo di Bari saluta il nuovo arcivescovo monsignore Marcello Mimmi.
5/12/1986: Importanti restauri sono stati completati ai tre dei sette portali e uno dei sarcofagi, della Basilica di San Nicola. Presente alla cerimonia di consegna, on. Gullotti. Il delicato lavoro è stato sponsorizzato dalla «Banca Popolare di Bari».
6/12/1517: Bona Sforza va sposa al vedovo re polacco Sigismondo I, Re di Polonia.
6/12/1987: La Basilica di San Nicola «assediata» da migliaia di devoti. Sin dalle prime ore del mattino è stata meta anche di pellegrini che hanno rinnovato l’antica fede per il Santo vescovo di Myra.
6/12/1995: Muore dopo un infarto a sessantasette anni, il senatore Pietro Leonida Laforgia. Fu sindaco gentiluomo da febbraio a novembre 1993.
7/12/1688: Benavides giunge a Bari, per rinnovare le monete d’argento che più nessuno vuole accettare perché guaste.
7/12/1986: L’«Ente Provinciale del Turismo» annuncia il prezioso rinvenimento presso un antiquario parigino del 1° libro stampato a Bari il 15 ottobre 1535.
7/12/1977: La città di Bari con le ex frazioni è divisa in trenta zone commerciali.
8/12/1948: Riapre al culto, la Chiesa di Santa Scolastica, dopo i restaurati ai bastioni danneggiati nell’ultimo periodo bellico.
8/12/1986: Prende il via la ‘Fiera Nicolaiana’. Quest’anno, per la prima volta, si svolge nei pressi del «Parco Due Giugno».
9/12/1784: Scoppia un tumulto popolare contro la famiglia De Angelis, creduta sostenitrice dell’abbattimento della torre del «Duomo».
9/12/1984: Su una facciata della scuola primaria del rione Japigia, nei pressi della chiesa San Francesco, un gruppo di giovani cileni ‘Brigata Pablo Neruda’ dipinge con la loro caratteristica pittura un’opera murale «i murales».
9/12/1984: S’inaugura ufficialmente il «Parco Due Giugno».
10/12/1091: Si rinvennero in una spelonca le ossa di San Sabino, portate lì da Angelario vescovo. Le ossa del santo furono trasportate da Canosa l’anno 872.
10/12/1885: Nasce Natale Lojacono. Farmacista, politico (fu uno dei fondatori della Democrazia Cristiana in Terra di Bari) e poeta dialettale. Dal 9-08-1944 al 9-07-1946 fu Sindaco di Bari. Muore il 16-11-1966.
10/12/1969: Un quarto della città, ossia novantamila baresi a letto per la ‘siderale’.
11/12/1961: Inaugurato giorni fa la prima ‘Standa’ (filiale) di Bari in Corso Sicilia, angolo Via Montegrappa.
11/12/1986: Al quartiere San Paolo gli studenti lavoratori della scuola «Lombardi» realizzano un albero di Natale usando come addobbi: sassi, sacchetti della spazzatura, rami secchi, un pallone sgonfio, un vecchio libro, siringhe, boccioni di flebo, allestito in un’aiuola davanti alla suddetta scuola rappresentando i mali del quartiere.
11/12/1999: Esordio più che positivo del diciassettenne barese Antonio Cassano nel derby Lecce Bari 1-0.
12/12/1962: La scuola media «Amedeo d’Aosta» si classifica prima in campo nazionale nel concorso indetto dall’associazione Italiana Editori per i migliori temi sul libro 1961 con il lavoro dell’alunno Giancarlo Monfusco della III M.
12/12/1968: Massiccia adesione per lo sciopero generale, per l’abolizione delle zone salariali. A.M.T.A.B., A.M.I.U., Porto, Ferrovie secondarie, Stabilimenti industriali, Cantieri edili e altri settori commerciali e no, bloccano la città.
12/12/1976: Costituito nuovo gruppo di «Mani Tese» organismo contro la fame e per lo sviluppo dei Popoli, con sede in Via Giulio Petroni 101.
13/12/1250: Muore a Castel Fiorentino, Federico II di Svevia, secondo il Momigliano. Su questa data non tutti sono d’accordo.
13/12/1975: Prima della farsa in due atti “U cazzarìzze” al «Teatro-Cabaret Purgatorio». Autori Nunzio Ingrosso e Vito Cimmarusti. Interpreti: Nico Salatino, Michele Volpicella, Gianni Ciardo, Gianni Ippolito. Regia di Michele Amoruso, musiche Salatino-Giannotti, Scene di F. Mancini.
13/12/1986: Sigillo d’oro agli ex rettori dell’Università degli Studi, prof. Pasquale Del Prete e prof. Luigi Ambrosi alla presenza del presidente della corte Costituzionale prof. Antonio La Pergola.
14/12/1903: Inaugurato il 2° tronco della «Ferrovia Bari-Locorotondo» (oggi Sud-Est) che porta a Putignano.
14/12/1950: Bari città capolinea per l’automobilismo del raduno internazionale del Sestriere.
14/12/1964: Otto operai feriti, uno è grave per lo scoppio di una ‘stufa’ per l’acciaio nel reparto di fonderia delle «Fucine Meridionali».
15/12/1950: La sorella del bandito Salvatore Giuliano, Marianna, è nelle carceri di Bari per comparire alla Corte d’Assise per rispondere di sequestro di persona insieme ad altri imputati.
15/12/1966: Un gruppo di cinesi visita la zona industriale accompagnata dal presidente del Consorzio per l’area di sviluppo industriale di Bari, dott. Vito Rosa e dal direttore dell’Ente dott. Angiolillo.
15/12/1989: La Gazzetta dà notizia che sono del tutto completati i lavori per la posa in opera della scogliera frangiflutti a protezione del Lungomare Imperatore Augusto dall’altezza del Fortino sino all’imboccatura del porto.
16/12/1631: Una pioggia di arena caduta a causa dell’eruzione del Vesuvio fa temere alla nostra città la stessa sorte che toccò alle città: Ercolano e Pompei.
16/12/1954: Muore Giuseppe Capriati, autore e poeta dialettale barese. Vinse, nel 1928, la 2ª edizione del festival della canzone dialettale «Piedigrotta Barese» con il testo “Nu ciùcce cape tèste”. Nacque a Bari il 9 marzo 1879.
17/12/1949: Il consiglio comunale di Bari decide di erigere nel «Giardino Garibaldi» un mezzo busto a Pietro Ravanas.
17/12/1957: Il Comando di Presidio ha cambiato sede, il Palazzo Alberotanza, in Corso Vittorio Emanuele II angolo Via De Rossi, perde la sua caratteristica dopo cento anni. Diventa uno stabile per uso civile. Negli anni seguenti ha ospitato la scuola media «Ferri». Oggi c’è una Banca.
17/12/1961: Gran nevicata a Bari prima di Natale, neanche i vecchi ricordano tanta neve. Termometro meno 4.
18/12/1790: Re Ferdinando con risoluzione presa nello stesso giorno fa sapere a Fra Guidotto Casamassimi e Pompeo Bonazzi, di non trovare alcuna difficoltà alla creazione di un nuovo sobborgo fuori delle mura della città. Approva il progetto Palenzia Viti del 30 giugno 1790.
18/12/1948: In Via Vallisa, nel retrobottega del vecchio caffé Giberna, per ampliamento del locale, si scopre il cripto portico della vecchia chiesa di San Pietro.
18/12/1966: I commercianti, tutti d’accordo, accettano di non aumentare i loro prodotti per il periodo di Natale.
19/12/1964: Approvati i piani della ‘167’ nelle zone C.E.P., Japigia e Poggiofranco, che costituiscono il 70% delle aeree destinate all’edilizia economica popolare.
19/12/1966: Via Sparano resta chiusa al traffico dalle ore 15:00 alle ore 21:00 fino al 5 gennaio. Il Sindaco decide di proseguire l’esperimento con un’altra ordinanza.
19/12/2004: Consacrata la Chiesa Russa. Incontro storico per centinaia di pellegrini di Mosca.
20/12/1956: Giunge da New York, la grande cantante lirica concittadina, Licia Albanese, a distanza di vent’anni, dopo aver trionfato in tutti i teatri del mondo. L’Albanese è a Bari dove prenderà parte alla stagione lirica che s’inaugurerà al Teatro Piccinni la sera di Natale –
clicca canale <Personaggi>, categoria <Le candànde> (articolo: Licia Albanese) -.
20/12/1973: Inaugurazione del Cinema «Ambasciatori» (già Cinema Adriatico)nella nuova sede di Via Toma 67 angolo Via Zanardelli, con il film ‘Rugantino’.
20/12/1992: Inaugurazione della 1ª edizione della ‘Fiera del Catapano’.
21/12/1966: I commercianti di Via Sparano protestano con un «Black out» contro l’ordinanza del Sindaco per l’esperimento ‘isola pedonale’. Il giorno dopo il Sindaco sospende l’ordinanza, ma le auto non possono sostare dalle ore 8:00 alle ore 22:00.
21/12/1966: Il m° dott. Ignazio Civera, con decreto del ministro di Grazia e Giustizia, gli viene conferita una medaglia d’oro al «Merito della Redazione Sociale», per la lunga e feconda opera svolta a favore degli istituti di rieducazione minorile.
21/12/1980: Aria di Natale. Il capitone costa 12.000 lire al chilogrammo.
22/12/1967: Per la grande festa di Natale ritornano gli emigrati pugliesi per trascorrere le feste con i loro parenti. A Bari c’è una iniziativa dell’ A.M.T.A.B. Duecento tesserini di libera circolazione vengono consegnati ai ‘fratelli’ baresi.
22/12/1979: Inaugurazione «Casa dell’amore operante» per gli anziani realizzata dal parroco don Vincenzo Fiore in Via Pezze del Sole. Presiede l’arcivescovo Mariano Magrassi.
22/12/2005: Presentazione del nuovo cinema «Galleria» ricostruito e diviso in sei sale per un totale di 1046 posti a sedere. L’ingresso non è più da Via Crisanzio, ma da Corso Italia 15/17. L’inaugurazione ufficiale avverrà il 28 dicembre.
23/12/1924: Inaugurazione della luce elettrica al rione San Pasquale.
23/12/1953: Centoventi detenuti lasciano le prigioni di Bari per l’applicazione dell’amnistia e dell’indulto.
23/12/1989: Inaugurazione del cinema «Il Salottino» in Via Stoppelli angolo Via Amendola.
24/12/1953: Straordinarie recite liriche di Natale al «Politeama Petruzzelli» con ‘La Traviata’ e ‘Madama Butterfly’. Mentre il Consiglio Comunale annuncia ufficialmente che la stagione lirica si svolgerà al «Teatro Piccinni».
24/12/1975: Esplode un carico di botti in un palazzo di Viale Ennio 33. Una morta e due feriti. Lo stabile è dichiarato pericolante.
24/12/1981: Da una decina di giorni nella città i carabinieri hanno sequestrato quattro quintali di mitili. La quantità è stata prelevata in località “n-dèrr’a la lanze”, laddove proprio un cittadino segnalò con una lettera alla «Gazzetta» la presenza di venditori abusivi e privi di scrupoli.
25/12/1945: Inaugurazione del Cinema «ENAL» (già «Kursaal Santalucia», già «Dopolavoro Forze Civili», già «Cinema Teatro Adriatico») Via Cognetti 66 con il film ‘Continua la tua vita’ con R.Colman, R. Taube, E. Garland.
25/12/1951: Inaugurata la stagione lirica al «Teatro Petruzzelli» con ‘Turandot’. Tradizione rispettata.
25/12/1952: Inaugurazione della stagione lirica con ‘Aida’ al «Politeama Petruzzelli».
26/12/1959: Inaugurazione della nuova sede del «Bar Stoppani» con una sala ‘Fin de siecle’ in Via Abate Gimma 68 accanto alla chiesa di San Ferdinando.
26/12/1986: Spruzzata di neve sulla città.
26/12/1999: Insolita celebrazione per festeggiare i quarant’anni del ristorante «La Taberna» di Carbonara. Il proprietario Filippo Carella insieme alla moglie invita i più poveri del quartiere, una cinquantina di Carbonara e dintorni.
27/12/1946: Incidenti per le strade di Bari a causa delle condizioni economiche.
27/12/1966: Nella parrocchia di San Cataldo è rievocata, con un presepe vivente, da venti bambini e bambine, la veglia natalizia.
27/12/2005: La stampa riporta la notizia che il giorno di Santo Stefano cinquanta persone finiscono al pronto soccorso per colpa dell’abbuffata di Natale.
28/12/1935: Inaugurazione del Mercato in Via Dei Caduti Fascisti (sotto le arcate del ponte ferroviario della Calabro-Lucana). Le tredici arcate sono riservate alle massaie rurali.
28/12/1950: L’orologio della Prefettura ritorna a segnare il tempo dopo la parentesi dell’ultima guerra.
28/12/1956: Il poeta Peppino Franco, con la declamazione delle sue liriche in dialetto ha simpatizzato con gli italiani del settentrione. La poesia dialettale barese piace anche al Nord.
29/12/1958: Di moda a Bari il gioco dell’hula-hop. I grandi si dilettano di nascosto, ma i bambini e i ragazzi si esibiscono all’aperto.
29/12/1964: Per il problema del traffico nel quartiere Murat si pensa alla zona disco e parcheggi sotterranei.
29/12/1981: Per amnistia o indulto liberi, dal carcere barese, cento settanta detenuti per festeggiare con i loro familiari il Natale.
30/12/1950: Il Consiglio Comunale riduce del 25% l’imposta familiare, mentre è riportata da cinque a dieci lire a Kw, l’imposta sull’energia elettrica.
30/12/1961: L’avv. Vitantonio Di Cagno annunzia l’arrivo di tredici nuove industrie nella «zona».
30/12/1966: Recuperata nel porto di Bari l’ancora persa della petroliera danese «Gerd Maersk».
31/12/1650: Arriva a Bari «Ira di Dio» Pedro Varais mandato apposta dalla Spagna per ‘acconciare le cose’ nella Provincia di Bari.
31/12/1889: In Fallimento della Banca Diana.
31/12/1998: Più di trenta mila baresi festeggiano l’arrivo dell’anno nuovo partecipando alla festa «Capodanno in Piazza» in Piazza Prefettura. Spettacolo fino all’alba con gli ‘Argonauti’ di Valerio Festi. Spumante, fuochi d’artificio, musica e balli completano il programma.